DSC 106

Sedute visitatore e conferenza
DSC 106


DSC 106 Sedute visitatore e conferenza



DSC 106 è un delle sedute più celebri del marchio Castelli. Disegnata nel 1965 da Giancarlo Piretti è ancora oggi un oggetto dal design innovativo e affascinante.

Divenuta oramai parte integrante della storia del design, è presente in innumerevoli collezioni museali in ogni parte del mondo. Si può certo affermare che, insieme ad altre notissime sedute come Plia, dello stesso Piretti, abbia svolto un ruolo di primo piano nel definire la portata del termine “italian design”.

L’intreccio elegante di linee che definiscono le forme di DSC 106 è stato ammirato da generazioni di architetti e interior designer che hanno sempre riconosciuto alla seduta non solo una qualità estetica intramontabile, ma anche una estrema funzionalità e durata. Una prova concreta di come l’italian design è più della semplice creatività, soprattutto per la capacità di fondere l’elemento estetico con la ricerca ergonomica, l’efficienza e l’usabilità, la seduta è il frutto del sodalizio tra un grande designer, Giancarlo Piretti, ed uno storico marchio italiano: Castelli.
Giancarlo Piretti
Giancarlo Piretti

Giancarlo Piretti, nato a Bologna nel 1940, studia all'Istituto Statale d'Arte nella sua città natale. Lavora poi come designer di interni per Anonima Castelli, realizzando mobili per la casa, sistemi di mobili per ufficio e la leggendaria sedia Plia, cui vengono conferiti numerosi riconoscimenti. Durante i dodici anni trascorsi all'azienda Castelli, disegna molti arredi innovativi, principalmente nel campo delle sedute.

Dalla fine degli anni 70, collabora con Emilio Ambasz per Castelli in numerosi progetti, tra cui le due serie di sedute ergonomiche Vertebra e Dorsal, che ottengono numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Nel 1988, introduce la sua Piretti Collection alla NeoCon di Chicago, ossia una serie di oltre 50 sedie e ensemble per sedute, contraddistinte da un meccanismo brevettato sullo schienale che consente alla sedia di essere regolata secondo il peso dell'utente. La collezione ottiene numerosi premi, tra cui IBD (USA, 1989), ASID (USA, 1990), il Compasso d'Oro (Italia, 1991) e G-Mark (Giappone, 1992).

La fortunata sedia Plia è uno dei prodotti più celebri dell'azienda Castelli e una delle icone del design made in Italy nel mondo.